Riferimenti Mancanti Anche In Fotografia ( Immaginazione E Creatività )

Di solito sono una persona che fa parecchie foto, spesso però con poca inventiva perché mi limito a fotografare il com’è invece che cercare di fare una foto costruita.

Questo post mi è venuto in mente di farlo mentre ieri facevo foto con i miei colleghi amatoriali fotografi.

Dire che mi manca immaginazione forse sarebbe una scusa che dice poco, piuttosto preferisco dire che nonostante veda in giro un sacco di foto quando si tratta il momento di fotografare queste foto che vedo che molto spesso catturano la mia attenzione non me le ricordo, per cui non riuscendo a ricordarmi di quello che vedo e mi piace non riesco neppure a fare una imitazione di quello che mi piace, lasciandomi sempre senza punti di riferimento.

Per ora so che c’è di mezzo l’ippocampo e che la paura e l’ansia che si verifica in queste situazioni non dipendenti solo dalla creatività è dovuto a un malfunzionamento di questa area che lasciandomi senza risorse si verifica una iperattivazione dell’amigdala, perchè è una situazione di pericolo.

Spesso ho incontrato psichiatri e psicologi che colpevolizzano le emozioni come causa dei nostri insuccessi… io mi distacco da queste persone, se a una persona gli togliete la stampella siamo sicuri che la sua paura di cadere non aumenti? E se cade è colpa dell’emozione o della gamba mancante con la stampella che non c’era?

Qua la risposta direi che è abbastanza evidente a parte casi di persone che sanno restare in equilibrio anche con una gamba sola, ma siamo diversi e alle difficoltà rispondiamo in maniera diversa.

La gamba si vede che manca, ma un ippocampo malfunzionante con il quale fa perdere le risorse della persona non si vede chiaramente e non tutte le persone sono istruite a capirlo, per cui diventa più difficile gestire le emozioni e chiedere aiuto in situazioni del genere..

Io che sto cercando di capire questi fenomeni da tempo sto cercando di imparare delle contromisure da prendere con questo tipo di problematiche ma non è facile come dare una stampella a una persona a cui manca una gamba, anche se la persona deve imparare comunque a camminare con una gamba e una stampella, diventa più difficile imparare a cercare delle contromisure quando il sistema apprenditivo è danneggiato, essendo l’ippocampo complice della memoria a breve termine e apprendimento, certo ci sono vari sistemi, però comporta sia un apprendimento implicito ed esplicito ridotto..

Per cui come accade che durante uno scatto di una fotografia manchi di creatività perché nel momento in cui scatto non ho ricordi di quello che ho visto in altre foto, nelle difficoltà quotidiane capita che nelle mie esperienze di tutti i giorni mi vengano a mancare le risorse per risolvere ed affrontare le problematiche più comuni, oltretutto si finisce spesso a essere trattati anche malamente a volte per questo fatto o in fatto di ambizioni porta la persona a sentirsi limitata riducendo notevolmente le sue aspettative di riuscita.

Però nonostante questo ho anche accumulato esperienze che sono passare alla MLT come una memoria procedurale trasformandosi in comportamenti automatici, c’è ancora molto lavoro da fare per gestire una cosa del genere, però c’è un inventiva che non dipende dai ricordi e dalle esperienze.. sembra che li non sia del tutto limitato.. anzi forse qualcosina sembra che vada ma non sono consapevole di quello che funziona in questo senso.

Mi concentro spesso su quello che non funziona in me e adesso ha anche iniziato a piacermi perché se invece di limitarsi ai sintomi si capisce il funzionamento secondo me possono nascere delle possibilità e soprattutto la possibilità di fare rinascere sogni ed ambizioni.. sono sempre stato un po’ megalomane, non so cosa ambire.. ma la voglia di fare il colpaccio non mi è mai mancata.. anche se sono piuttosto incostante…

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento