Piangere Senza Emozioni

In videoconferenza la scorsa settimana con la mia counsuelor mi sono ritrovato a sentire i miei occhi che lacrimavano e quando lei mi chiese che emozione vivevo le dissi che ero completamente neutro.
Sembra che io riesca a sentire le mie emozioni solo oltre un determinato livello che non conosco ancora bene e che quando sono forti non riesco a gestirle.


Sabato mi sono emozionato fortemente e ho sentito la emozione di passione e di interesse durante una sessione fotografica, alla mattina avevo fotografato una birra, i miei amici proffessionisti mi hanno fatto delle critiche allora nel pomeriggio abbiamo sperimentato la foto come sarebbe dovuta essere.

Foto fatta senza luci criticata dai miei amici


qua sopra lascio la mia foto e quando abbiamo finito di scattare la foto nuova tutti e tre insieme, dopo mi sono trovato difronte al pc senza ricordare il mio pin che uso costantemente ogni giorno abitualmente.

Foto fatta con l’aiuto dei miei amici.. decisamente un prodotto migliore… molto emozionante!!!


Ero molto emozionato, ma in quel momento non riuscivo a ricordare quasi nulla, come se la forte emozione avesse cancellato la mia memoria.


Eppure non era una emozione di paura ma di forte piacere, ma alcuni dei miei ricordi più abituali si erano resettati.
Stessa cosa quando avverto una forte emozione di panico o ansia la mia memoria si azzera e mi paralizzo perdendo le mie risorse.
Quando sono calmo e tranquillo e provo piacere le mie risorse sono disponibili, questo mi fa pensare che l’emozione in me ha un ruolo fondamentale nella rievocazione e nella disponibilità delle proprie risorse.


Quando non ho particolari paure o ansie o non mi sento in difetto o sbagliato queste risorse sono disponibili e gli schemi possono diventare a volte flessibili e non statici come lo sono per la maggior parte del tempo.
Da quello che mi sembra di capire è che non percependo alcune emozioni il ricordo non viene impresso perché mancando del valore emozionale perde di importanza e viene gestito come informazione inutile, per cui il fatto che io non ricordi la maggior parte del mio tempo e del mio vissuto forse potrebbe avere un legame enorme con la percezione delle mie emozioni difronte agli stimoli che vivo ogni istante e ogni momento.

Questa foto l’ho fatta il giorno dopo senza essere teso e sottopressione con quello che avevo imparato sabato, direi che mi piace quello che ho ottenuto.

Foto fatta senza essere teso e sottopressione, sicuramente da migliorare, ma le risorse sono più disponibili…


Alcune cose che riguardano la mia patologia le ricordo perché ho una vera passione per la mia malattia mentale o neurologica, la sua conoscenza mi emoziona e quando imparo qualcosa su di essa è più facile che quello che imparo rimane e cresco con quello che imparo, però mi sorge anche il dubbio che a volte le emozioni mancano per mancata comprensione della situazione e delle relazioni, per cui il livello emozionale può trasformarsi come qualcosa di assente poiché la mia permeabilità rispetto alcune cose è quasi impossibile…

amnesia, emozoni, memoria, rievocazione, risorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Privacy Policy