Dissonanza Interiore Nel Corpo

Pochi giorni fa ascoltando un audio di una mia amica con la quale posso essere me stesso senza maschere e senza filtri senza dovere cercare neppure di farmi accettare da lei sentendomi già accettato, parlava della ricerca dell’unione tra mente e corpo, dopo il dolore interiore di ieri e l’attenuazione di oggi ho provato ad ascoltarlo nel mio corpo e non solo nei miei pensieri che si rincorrono l’un l’altro autoalimentandosi senza freni e senza limiti emozionali.

Stamattina mi sentivo stonato e solo ad un certo punto della mattina, sentivo un dolore come se venisse dal cervello e ho iniziato a fare qualche piccolo esperimento sulle frequenze dissonanti.

Mi sono messo sulla poltrona, sdraiato con la pancia un po’ schiacciata e ascoltando i Valzer Branderburghesi Di John Sebastian Bach Il disagio interiore che mi faceva sentire solo mi impediva di ascoltare con piacere quelle note che mi erano sempre piaciute.

Arrivato quasi a fine cd ipersressato e molto in dissonanza hp provato mettere su gli studi di listz, nulla da fare il suono a bassa frequenza del piano aumentava solo il mio disagio e la mia dissonanza.

Ho tolto subito il cd e ho inserito il cd della bella addormentata di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Alcuni violini di quel cd e la campanella sottile che si sentiva si mettevano in sintonia con la mia corda scordata, ho anche provato sistemarmi in una sedia in posizione meditativa e quei suoni acuti ma tenui e il violino molto leggero si metteva in sintonia con la mia corda scordata e mi permetteva di darmi respiro dove stavo male. sono stato in posizione meditativa con questo cd fino verso mezzogiorno e mi sentivo in armonia con me stesso quasi.

Quando mi sento solo spesso cerco le parole di una donna che mi confortano e mi fanno stare bene con me stesso, forse c’è una relazione a questa cosa di oggi e la voce femminile, perchè le frequenze della voce maschile non funzionano e sono un po’ come il piano di litsz che stamattina aumentavano il mio disagio.

La voce femminile non è come la musica perchè con una persona entrano in gioco altri fattori oltre che le frequenze uditive, ma quando sono solo quelle frequenze forse sono importanti perchè mi mettono in armonia con la mia anima e il mio corpo.

Comunque dopo sono andato a mangiare, ho riso, sghignazzato e scherzato con altri prendendoci in giro e per il culo.

Dopo pranzo sono arrivato a casa, faceva freddo, allora ho approfittato visto il freddo di indossare il mio bel vestito a fiori in seta con sottogonna e iperaccessoriato con parrucca e collane anelli e orecchini.

ho messo su gli studi di litzs e le sensazioni ascoltandolo era totalmente diverse e opposte da quelle di stamane.

Il vestito mi dava un piacere immenso indossarlo e toccarlo, ho approfittato allora di fare una fotografia per documentare la cosa in questo articolo.

Ho fatto la foto, il caldo però mi disturbava l’ascolto della musica e anche del piacere di indossare il vestito.

Mi sono tolto il vestito, ho messo su un bahrms sinfonia n. 3 che stamattina non riuscivo ad ascoltare indossando anche un vestito più corto e più leggero.

La musica mi dava una bella sensazione, ma avendo assorbito troppo caldo non riuscivo ascoltare la musica fino a che non mi sono messo in slip.

Sono venuto poi qua a lavorare le foto ma ho iniziato a sentire un po’ di stress e fatica.

ho interrotto la lavorazione delle foto, sono andato in bar a prendere una bottiglia di vino e ho aperto le finestre.

Ho lavorato la seconda foto e mi sono rimesso sulla poltrona sentendo lo stress sulle tempie sulla fronte, con tracce emozionali di quello che avevo vissuto ieri.

Di solito in quei punti concentro frustrazione, sconforto, stress e dolore.

Ho provato mettermi sulla sedia e osservare queste tempie che palpitavano distogliendomi dalla musica.

Ho provato cambiare musica e ho cercato cose come la colonna sonora di Forrest Gump o c’era una volta in America.

Sentivo un male interiore ma diverso dalla solitudine, ho provato osservare le palpitazioni e i segnali che mi dava il corpo finendo per provare massaggiare le tempie delicatamente e massaggiare la fronte accarezzandomi il viso e i capelli come una donna quando si tira indietro i capelli.

sulle note musicali di c’era una volta in America ho cercato di ascoltare le sensazioni della musica sul mio corpo dandomi sollievo anche al torace dove stava il cuore riducendo la percezione delle palpitazioni lasciandomi una dolce sensazione che mi dava amore e affetto.

Ho accarezzato le mie braccia, i polpacci, il viso fino a tal punto da sentirmi drogato di una pace interiore a cui non sono abituato, ma anche stordito.

sicuramente mi piacerebbe di più accarezzare ed essere accarezzato da una donna e baciare una donna per cui perdo la testa, ma senza questa il mio corpo è l’unica cosa che ho.

E’ stato però un piccolo momento, però mi ha permesso di recuperare energia e venire qua al pc per scrivere quello che state leggendo ora.

Penso che ci sia un legame forte tra il mio malessere interiore che mi fa sentire solo e che a volte alimenta i miei pensieri autosvalutanti e distruttivi, ma sono troppo acerbo per capire come agire sul corpo per migliorare questa situazione se questa relazione è vera.

Oggi però ho iniziato una sperimentazione di ascolto corporeo nei momenti di disagio e di sconforto.

Non so se questa cosa mi darà qualche risultato, ma sono la cavia di me stesso e la sperimentazione fa parte del mio status quò.

Adesso sento un po’ di affaticamento e di stress corporeo e devo riposare, finisco questo articolo poi mi stacco dal pc.

So che il mio corpo mi sta dando forse dei segnali, ma non so ancora leggerli ed ascoltarli, forse devo iniziare a prendere in considerazione la possibilità di capire cosa mi vuole dire e cosa vuole da me il mio corpo e la mia anima.

Ps. Quando il dolore è sopportabile e non opprimente come capita in alcune situazioni questo ascolto si può farlo e ora mi viene quasi di istinto dopo avere appreso alcune tecniche dalla mia fisioterapista che mi fa anche da consueling ma per ora è solo un inizio di un qualcosa che non so se avrà un futuro o una costanza, ma oggi da questo ascolto ne ho tratto un piccolo giovamento che non è ancora stabile.

Però è anche vero che sono molto in casa e con la mutua sono troppo chiuso tra queste mura, vado un po’ fuori ora ma devo trovare una alternativa ai bar e ristoranti e stare con persone con cui posso essere me sesso senza veli e senza maschere in ambienti diversi dai bar e ristoranti, questi ora mi stanno facendo più male che bene….

Carezze, corpo, donna, emozioni, frequenze, relazione, Sensazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Privacy Policy