Alla Ricerca Di …


Tra Logica e Follia…

Da qualche tempo il mio deficit cognitivo e la mia persona è diventata motivo di ricerca, conoscendo me stesso imparo ad affrontare la mia disabilità e forse anche aspirare ad obiettivi che in passato erano irraggiungibili.
In breve posso dire che sono una persona che fa fatica a tenere a lungo le cose a breve termine in memoria, per cui le mie esperienze accumulate nella vita sono molto inferiori rispetto ad una persona senza il mio disturbo cognitivo.

Il ragionamento logico mi permette di compensare a questa mancanza ma non sempre è sufficiente, per cui mi trovo spesso in difficoltà che cerco di affrontare giorno per giorno con mille incertezze e mille paure.
Per alcune persone sembro geniale, per altri uno sfigato, per altre uno che si da da fare, ma a parte i giudizi delle persone ho mille difficoltà che a volte mi vengono crisi di identità in varie parti della mia persona.

Alicio…

Ho molte passioni comunque, mi piace fotografare, mi piace la tecnologia e amo tantissimo alcuni tipi di abiti femminili che amo indossare ed emozionarmi con questi..

Fatico ancora a capire ed essere consapevole della mia identità visto che amo travestirmi di seta e di chiffon, da questo anno mi sto rapportando con mondi nuovi, vedo altri crossdresser che durante il travestimento sono più simili a donne che uomini, io fatico molto a vivere il mio travestimento in quella maniera, anche se amo le ali da farfalla e mi sento da dio con queste ali, resto sempre un uomo a tutti gli effetti, un burbero burlone anche con le ali di seta.

Ultimamente ho compreso che questa cosa delle fortissime sensazioni corporee che ho imparato a conoscere da questi vestiti derivino da un quadro autistico asperger, ho fatto il test da poco e ho trovato questo nel test, per cui la cosa si fa molto complessa e intrigata.

Questa mia visione è in continua mutazione a seconda della mia conoscenza e consapevolezza che ho di me stesso, ma sono solo all’ inizio del percorso.

non so se in me questa sensibilità fisica e emotiva con i vestiti possa essere legata a una identità di genere, è molto difficile interpretare questa cosa se dipende solo da un tratto autistico come l’asperger o tracce di femminilità nella mia identità, questo non lo so, questa traccia la avevo chiamata Alice, dal fascino che ho del suo abito però in me questa cosa oggi fa nascere mille domande e mille quesiti.

Cenerentola…

Spesso la mia sensibilità viene ferita da scene come quando nella fiaba di Cenerentola le sorellastre le strappano il vestito, oppure in scene in cui i vestiti a modi cenerentola vengono strappati o bruciati.

probabilmente questo deriva dal fatto dalle fortissime sensazioni corporee ed emotive che ho con questi vestiti, un po’ è come amare una bella ragazza e vedere che qualcuno te la violenta e tu sei legato senza poterla salvare, mi sono sempre fatto delle domande su questo, credo che forse il mio legami con le ali da farfalla che per me sono i vestiti vedere che queste mie ali o altre ali che adoro vendono distrutte e fatte a pezzi lo sento come se venisse distrutta una parte di me, come se andassero a colpire le mie ali di farfalla, per cui la mia sensibilità viene colpita fortemente, più volte ho cercato di fare violenza su questa mia sensibilità vivendola come qualcosa di erroneo e sbagliato, ho fatto solo male a me stesso e male alle mie ali di farfalla che sono rappresentate da Alice che è parte di me, della quale io non posso fare a meno.

Forrest Gump…

Nella Vita mi sento un po’ Forrest Gump, un personaggio Fantozziale, a volte anche un po’ mi illudo di avere una acutezza geniale, aspiro sempre a essere più intelligente di quello che sono, una cosa impossibile, ma è come se volessi sempre superare quel limite che mi toglie la mia capacità di ottenere soddisfazioni e autostima di un certo tipo.

Dico questo perché di solito mi sento uno stupido, a volte lo faccio per fare divertire, ma so che questi miei limiti complicano assai la mia vita…

Aspirare a essere più geniale per me è importante oltre che per soddisfazioni personali anche per potere avere la possibilità di potere trovare amiche e magari non solo amiche, spesso il rapporto con il sesso opposto per me è una cosa importante e molte volte per me è difficile relazionarmi.

Affetti Femminili…

Io non so cosa mi allontana dagli affetti femminili che cerco, ma sono solito a responsabilizzare due cose: il mio amore per le ali da farfalla, la mia mancata virilità e i miei deficit cognitivi che mi rendono meno autonomo rispetto ad altri e che non mi permettono di appendere cose nuove e conoscere persone nuove, costringendomi arimanere nel mio habitat per difficoltà percettive e di apprendimento. In pratica detto più semplicemente è come se una persona che si avvicina a me fa fatica a interagire con me perchè faccio fatica ascoltarla e interessarmi delle sue cose e cerco sempre di imporre le mie argomentazioni o le mie cose perchè sono le uniche che sono in grado di sviluppare e che mi permettono di interagire con il prossimo, uscendo da questa modalità ho la paralisi quasi completa e le persone si allontanano da me.

Tecnomane…

Dopo di che sono un amante della tecnologia, non riesco a fare a meno di un buon impianto audio video e sono una persona che nelle sue cose esige nitidezza e purezza sia di immagine che di suono. con l’informatica che è anche la metà del mio mestiere invece sono un amante dei pc veloci e fino a pochi anni fa ero quello che aveva sempre il pc superpotente e iperperformante con grosse capacità di memoria e storage. Quando ho iniziato a cercare i bipolari in italia mi era venuta l’idea di fotografarli e rendere social le foto dei nostri bipoincontri, da li con l’influenza di alcuni colleghi di carpi iniziai ad avere una piccola passione per la foto che oggi si è trasformata in una esigenza costosa che però non mi fa guadagnare ancora, ma il piacere non me lo fa certo mancare…

Gaming…

Ultimamente sono anche diventato un amante del videogaming, di solito come videogiochi amo gli FPS, anche qua sono solito a investire una buona parte dei miei risparmi perché in fatto di grafica e qualità di immagine non mi accontento delle cose mediocri, mi sto buttando in un mondo che mi piace ma a volte annoia, all’ inizio mi ci ero buttato per sentirmi anche meno solo, ma in realtà le cose sono andate diversamente…

Mindfulness…

Dopo avere iniziato MindFulness ho smesso di fumare e ho iniziato a curare più il mio corpo e la mia salute e lo sport non agonistico mindfulnessè diventato un mio piacere quotidiano e cerco di mantenere un po’ di forma fisica e andando anche da una nutrizionista cerco di ritrovare quella forma fisica che da quando ho iniziato a curare il disturbo psichiatrico mi ha fatto perdere forma fisica e avevo perso il controllo sui cibi e l’educazione nella salute e nello sport è la base per migliorrae il rapporto con se stessi e con gli altri, per cui ho iniziato a tenere a me stesso e alla mia stessa salute fisica e mentale.

Sport…

Anche lo sport vista la mia età è diventato più importante in questi ultimi anni ho iniziato a farne un po’ ma devo ancora trovare una misura adatta a me, mi devo spesso disintossicare dalle serate in compagnia e baldoria con gli amici, ma a volte esagero e lo stress è troppo forte rispetto alle mie possibilità, avendo effetti non molto buoni sulla mia vita di tutti i giorni.

Di solito comunque amo il northwalking e le camminate in montagna e mi sento rigenerato in queste attività.


Credo che L’equilibrio si trovi sbagliando, con il cibo in questo periodo sto esagerando troppo, mi piacciono i miei amici ma cambiare stile di vita significa cambiare anche giro di amicizie e di conoscenze. Il percorso è molto complicato ancora, però devo ancora fare dei passi importanti per avere una stabilità affettiva e di vita autonoma che non ho ancora.

To Be Continued…


Privacy Policy