Emozioni Di Seta E Chiffon…

Dopo l’ outing sui vestiti con la mia collega di lavoro, ho sentito la necessità di avere una conversazione con il mio psicologo di Roma.

Dentro di me mi sento sempre combattuto, ma è anche verò che sono costretto a non vivere queste emozioni che mi danno piacere insieme ad altre persone con le quali mi fido.

Credo che la mentalità di chi mi circonda sia ancora legata a standard inflessibili e anche se ci sono persone che fanno le mie stesse cose con una maggiore classe ed eleganza, si è sempre a rischio di haters e violenza gratuita… per cui essendo una persona molto fragile e vulnerabile non mi apro al mondo circostante mostrandomi per il mio vero essere.. se non nascosto dietro una barriera visibile o invisibile…

Comunque parlando con questo psicologo e parlandogli di quello che provo è saltato fuori che amo la sensazione di delicatezza, fragilità e vulnerabilità, queste sensazioni le ottengo spesso dai vestiti e adoro queste emozioni, mi mettono in contatto con una parte di me stesso che non sono abituato a vivere con altre persone.

La fragilità dei vestiti, la loro delicatezza, la fragilità di questi è come se rappresentassero la mia persona, mi mettono incontrato con me stesso e forse la violenza che a volte uso verso questi vestiti è per fare violenza su me stesso perchè non ho ancora accettato il piacere che ho da queste emozioni sensazioni, per cui cercando a volte di sopprimerle distruggendo i vestiti è come cercare di liberasi di una parte di me steso che mi rende vulnerabile in mezzo alle altre persone.

La natura cmq è spietata non perdona, però quando faccio questo ai vestiti è come creare danno a me stesso e forse per uscire da questa trappola è cercare persone fidate con cui vivere queste emozioni senza dovere avere il timore e la paura di subire violenze o odio.

In questo momento indosso la mia bellissima gonna in seta di chiffon nera, quella a tre strati a ruota, una sensazione fantastica, una fragilità esasperata da avere cura e da accarezzare con delicatezza.

Soffice palpabile e delicata, sensazioni che mi fanno amare la mia fragilità, il casino maggiore è che questo accade solo quando sono da solo e non con altre persone di cui mi fido…

Comunque il consiglio che mi ha dato lo psicologo è di cercare di condividere queste emozioni con qualcuno di fidato, non è detto che funzioni, ma almeno provare a farlo potrebbe dirmi qualcosa di più su me stesso e su quello che provo..

delicatezza, emozioni, fragilità, Sensazioni, Vestiti, vulnerabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Privacy Policy